IL DERBY AMARCORD DEL 2007

Condividi su

Diciamo pure che il 2 giugno 2007 può rimanere una data storica per la storia della pallacanestro livornese. Non si tratta né di campionati, né di finale scudetto, né di Coppa Korac, né di Derby di Coppa Italia, e potremmo aggiungere molto altro ancora. Si tratta solo di una partita di vecchie glorie, una partita di beneficenza, la possiamo chiamare anche “Derby del Cuore”, come spesso vengono chiamate le partite delle vecchie glorie in campo calcistico come il “Derby del Cuore di Roma” o il “Derby del Cuore di Milano”, dove spesso personaggi famosi e vecchi giocatori che si trovano per giocare e devolvere l’intero incasso alle associazioni di volontariato o di ricerca. Per Livorno invece il “Derby del Cuore” è stato, si un momento di beneficienza, ma anche un momento per riassaporare l’odore delle vecchie sfide.

Infatti in campo non c’erano personaggi famosi dello spettacolo ma semplici giocatori che magari oggi fanno un altro lavoro, o sono rimasti nell’ambiente come allenatore, come dirigente. Semplici giocatori che per noi tutti livornesi sono degli “EROI” o “EROI GIALLOBLU” o “EROI BIANCOBLU” o “EROI DELLA PALLACANESTRO LIVORNO” o “EROI DELLA LIBERTAS LIVORNO”. Insomma persone che a tutti noi appassionati ed amanti di questo sport sono rimasti nel cuore.

L’unica mancanza, ma non è da addebitare agli organizzatori, è l’assenza di Rafael Addison nelle fila della Pallacanestro Livorno. E’ stato un vero peccato perché sarebbe stato bello assaporare una sfida nella sfida, come nei meravigliosi anni ’80, i mitici “Eighties”, tra Wendell Alexis (Libertas Livorno) e Rafael Addison (Pallacanestro Livorno), ma purtroppo l’unico che ha fatto in tempo a rinnovare il passaporto e tornare a Livorno è stato Wendell Alexis.

Si siamo d’accordo tutti che l’età dei giocatori non era più quella di 20 anni prima ma i ricordi sono difficili da dimenticare soprattutto dopo che Livorno, a livello di Serie A, non riesce più a dimostrare le proprie qualità. Sta cambiando qualcosa ma mai nulla ci può togliere l’emozione di ricordare quei gloriosi tempi, tempi in cui Livorno era la capitale della pallacanestro italiana.

LA GALLERIA FOTOGRAFICA

I NOSTRI VIDEO